Le 7 abitudini: mettere le cose al primo posto

 Le 7 abitudini: mettere le cose al primo posto

James Roberts

Bentornati alla nostra serie mensile che riassume, amplia e rielabora ognuna delle sette abitudini descritte in Le 7 abitudini delle persone altamente efficaci di Stephen Covey.

Guarda anche: Primer visivo su 10 comuni modelli di abbigliamento maschile

Le prime due abitudini di Covey sono il quadro generale e l'astratto.

L'abitudine n. 1 - "Siate proattivi" - consiste nel cambiare la vostra mentalità da persona che subisce azioni a persona che agisce, ricordandovi che siete voi i responsabili della vostra vita e di come reagite ad essa.

Guarda anche: 100 libri che ogni uomo dovrebbe leggere

L'abitudine n. 2 si basa sulla prima e vi insegna a sfruttare il potere dell'agenzia personale e a "iniziare pensando alla fine" - la "fine" in questo caso non è altro che la tomba. Quando guarderete indietro alla vostra vita dal letto di morte, cosa volete vedere e come volete sentirvi? Una volta che lo sapete, create una dichiarazione di missione personale basata su principi senza tempo e sui vostri valori fondamentali.che vi aiuta a sviluppare e praticare queste "virtù dell'elogio".

L'abitudine n. 3 è quella in cui la gomma incontra la strada.

Come sostiene Covey, le Abitudini 1 e 2 riguardano il personale. leadership - capire dove si vuole andare e cosa si vuole fare nella vita, mentre l'abitudine n. 3 riguarda la vita personale. gestione Si tratta di prendere il quadro generale, l'astratto, l'idealistico, e di trasformarlo nel quotidiano, nel concreto, nel pratico. Si tratta di intraprendere azioni esterne che corrispondano alle vostre convinzioni interne.

Come dice Covey, "mentre la leadership decide quali sono le 'prime cose', è il management che le mette al primo posto".

Rocce grandi e rocce piccole

Nel libro di Covey Prima le cose importanti Il professore approfondisce ancora di più questa abitudine e introduce l'analogia tra rocce grandi e rocce piccole (ho realizzato un video su questo tema diversi anni fa che può essere utile guardare).

Immaginate di avere un mucchio di sabbia e sassi piccoli, un mucchio di sassi grandi e un barattolo in cui inserire entrambi i mucchi. Supponiamo di aver riempito il barattolo prima con la sabbia e i sassi piccoli; potreste scoprire che occupano così tanto spazio che alla fine non c'è più posto per i sassi grandi. Ma supponiamo di aver riempito il barattolo prima con i sassi grandi e poi di aver inserito la sabbia e i sassi piccoli; il barattolo non avrebbe più spazio per i sassi grandi.I sedimenti si depositeranno nelle fessure delle grandi rocce, consentendo di inserire tutto ciò che si trova in entrambi i mucchi.

La vostra vita è come un vaso: i sassi piccoli sono le cose urgenti, ma meno importanti della vostra vita - le infinite cose da fare e gli incendi da spegnere. I sassi grandi sono le cose più importanti della vostra vita: le attività che non hanno scadenze rigide, ma che vi aiutano a raggiungere i vostri principali obiettivi personali, scolastici e lavorativi, così come la vostra missione generale come uomo. I sassi grandi riguardano la spiritualità, la salute,le relazioni e lo scopo professionale, ovvero le cose che in ultima analisi sviluppano le virtù dell'elogio.

Quando si affrontano per primi i "grandi scogli" della vita, si finisce per avere tempo per le attività quotidiane di mantenimento, così come per il relax e il divertimento. Ma quando si mettono al primo posto i piccoli scogli, quelli semplicemente urgenti o privi di significato, le cose più importanti della vita vengono messe da parte. La vita può sembrare allo stesso tempo superimpegnata e frustrantemente stagnante; le giornate sembrano piene di impegni, ma non sembra che si stiano facendoqualsiasi progresso nei vostri obiettivi e nel diventare l'uomo che volete essere.

Quindi sappiamo perché è importante mettere le cose al primo posto, ma come Quali sono le migliori pratiche di "gestione" che ci aiutano a ordinare correttamente le nostre priorità?

Caricare in anticipo la vostra vita, ovvero: voi siete la vostra routine mattutina

L'abitudine n. 3 è quella di cui ho scritto in precedenza più di ogni altra, e potrei semplicemente ripercorrere le due pratiche che Covey raccomanda per la sua attuazione e che ho già trattato in modo approfondito: ordinare i compiti in una matrice decisionale a 4 quadranti e pianificare la settimana.

Ho trovato entrambe queste pratiche molto utili nella mia vita, ma, a dire il vero, la mia pianificazione settimanale tende a essere un po' sporadica e di solito non penso alla matrice decisionale su base giornaliera.

Quindi, anche se le pratiche sono certamente utili, non credo che la grande maggioranza delle persone le proverà, tanto meno le seguirà. Sono un po' impegnative e, essendo la natura umana di base, sono difficili da incorporare in modo permanente nella propria vita.

Per questo motivo, voglio riportare le cose alle basi e suggerire un approccio a questa abitudine che sia al tempo stesso follemente accessibile e follemente efficace.

Lo farò trattando alla lettera la massima "prima di tutto".

Se volete assicurarvi di realizzare le cose più importanti della vostra vita, dovete fare in modo che siano letteralmente le prime cose che fate ogni giorno.

Dovete rendere le vostre grandi rocce parte della vostra routine mattutina.

Come si fa a decidere quali compiti programmare come prima cosa al mattino? Si tratta di un incrocio tra il vostro scopo personale e una linea di domini. Ecco cosa intendo, usando la mia vita come esempio.

Per prima cosa, pensate al vostro scopo: il mio è più o meno così:

  • Rafforzare il mio rapporto con Dio
  • Essere il miglior marito possibile per Kate
  • Essere il miglior padre possibile per Gus e Scout.
  • Creare contenuti su AoM che migliorino la vita degli uomini
  • Aumentare la mia forza fisica

Ok, quindi conosco le mie priorità, le mie grandi pietre. Quindi la domanda diventa: di questi assi del mio scopo, come dovrebbe essere ordinata la loro pratica, almeno in termini di programma giornaliero? Ed è qui che entrano in gioco i domini.

Se le vostre attività quotidiane sono come una fila di domini, scegliete con cura la vostra massima priorità - il domino che siederà in testa alla fila - come quella che riuscirà a dare il via all'energia che manderàun domino in un altro (questa è un'idea ispirata dal libro di Gary Keller L'unica cosa ).

Nella mia vita so che non sarò in grado di fare bene nient'altro, né al lavoro né nelle relazioni, se non avrò la mente a posto. Creare una mentalità di concentrazione calma e centrata è quindi la mia prima cosa. È fondamentale per tutto il resto. È il mio primo domino.

In pratica, la prima cosa che faccio ogni giorno quando mi alzo dal letto è impegnarmi in una serie di esercizi mentali e spirituali: prego, leggo le Scritture, medito e faccio un esercizio tratto dai Foundations of Well-Being, che ho scoperto essere utile per attenuare la mia tendenza alla depressione e all'umore irritabile.

Quando dico che lo faccio come prima cosa al mattino, lo dico letteralmente; prima controllavo il telefono al risveglio, ma mi accorgevo che questo predisponeva la mia mente a una giornata di banalità e distrazione. A volte mi perdevo nel telefono, che mi rubava il tempo per gli esercizi mentali/spirituali; oppure vedevo qualcosa che influiva sul mio umore, per cui, anche se facevo comunque gli esercizi, erano meno concentrati.Ora non tocco il telefono finché non ho terminato i miei esercizi mentali e spirituali. Devo dire che questo piccolo e semplice cambiamento è stato assolutamente rivoluzionario. Prima le cose da fare .

I miei esercizi spirituali e mentali preparano la mia mente a tutto ciò che farò quel giorno, compreso il passo successivo della mia routine mattutina: l'allenamento.

Il mio allenamento quotidiano non solo è arricchito dagli esercizi di mentalità che faccio prima, ma ne potenzia ulteriormente l'effetto, rafforzando l'atteggiamento positivo e fiducioso con cui affronto la giornata. Non c'è niente di meglio che sollevare dei pezzi di ferro per sentirsi a posto e con i piedi per terra, assicurando che lo slancio del domino che cade continui.

Una volta terminata la mia routine mattutina e dopo essermi sentita centrata e piena di energia, è il momento di lavorare. Durante la mia giornata lavorativa, utilizzo lo stesso principio del "prima le cose": affronto i compiti più importanti all'inizio della giornata, sapendo che, così facendo, non solo mi assicurerò di portare a termine le cose che creano più valore, ma sarò anche in grado di inserire le cose "urgenti" e più piccole in un secondo momento.

La mia routine mattutina mi prepara per il successo della giornata lavorativa e l'applicazione costante del principio "prima di tutto" garantisce la produttività della giornata lavorativa.

Certo, non ho ancora affrontato direttamente alcun aspetto relazionale - nulla che riguardi il mio scopo di marito e padre - ma il fatto che il mio umore sia positivo e che la mia giornata di lavoro sia stata produttiva mi spinge a dare il meglio di me stesso in questi ruoli. Il fatto che una mentalità sana migliori le mie relazioni è ovvio, ma anche il fatto di aver portato a termine ciò che dovevo fare con il lavoro mi aiuta molto".Se passate la giornata a cazzeggiare, lasciando ancora una volta che le ore vi sfuggano di mano, vi sentite malissimo, inquieti e irritabili. Non solo contagiate i vostri familiari con queste vibrazioni negative, ma potreste anche dedicare loro solo una parte della vostra attenzione, mentre cercate di recuperare il lavoro sul telefono. Ma quando avete speso bene il vostro tempo di lavoro, potete staccarvi dalla modalità di lavoro senza sensi di colpa e immergervi pienamente nella vita quotidiana.gioco attuale.

Il modo in cui iniziate la giornata sarà il modo in cui la terminerete e, man mano che i giorni diventano settimane, che diventano anni, il modo in cui terminate ogni giorno sarà alla fine il modo in cui terminerete la vostra vita. Voi siete la vostra routine mattutina.

Perciò, al mattino, anticipate le cose più importanti per voi.

Ascoltate il mio podcast con il figlio di Stephen sui famosi principi del padre:

Leggete l'intera serie

  1. Essere proattivi, non reattivi
  2. Iniziare pensando alla fine
  3. Mettere le cose al primo posto
  4. Pensare in modo vincente/vantaggioso
  5. Cercare prima di tutto di capire, poi di essere capiti
  6. Sinergia (oltre la parola d'ordine che fa sgranare gli occhi)
  7. Affilare la sega

James Roberts

James Roberts è uno scrittore ed editore specializzato in interessi maschili e argomenti sullo stile di vita. Con oltre 10 anni di esperienza nel settore, ha scritto innumerevoli articoli e post di blog per varie pubblicazioni e siti Web, coprendo una vasta gamma di argomenti, dalla moda e la cura del corpo al fitness e alle relazioni. James si è laureato in giornalismo presso l'Università della California, a Los Angeles, e ha lavorato per numerose importanti pubblicazioni, tra cui Men's Health e GQ. Quando non scrive, ama fare escursioni ed esplorare i grandi spazi aperti.