Lezioni di virilità da Charles Atlas

 Lezioni di virilità da Charles Atlas

James Roberts

© Charles Atlas, LTD

"Lascia che ti dimostri in 7 giorni che posso fare di te un uomo nuovo!".

"L'insulto che ha fatto di Mac un uomo".

"Ehi, magro! Ti si vedono le costole! "

È una pubblicità che la maggior parte dei lettori può facilmente evocare nella propria testa: il cartone animato di un debole magro di 97 chili che viene preso a calci in faccia da un energumeno, sfrutta il momento come ispirazione per costruire il proprio corpo e torna in spiaggia per dare al bullo la sua tardiva rivincita.

Il nome associato a questa immagine è familiare quanto l'annuncio stesso: Charles Atlas.

Il fatto che queste due immagini vadano di pari passo può avervi indotto a vedere l'uomo Atlas come una caricatura da cartone animato, o a considerarlo alla luce delle migliaia di moderni e talvolta loschi venditori di fitness che hanno preso il vecchio modello commerciale di Atlas per corrispondenza e lo hanno potenziato per l'era online.

Ma Atlas era una vera rarità, un uomo all'altezza del clamore del marketing: un immigrato magro che trasformò il suo corpo e lanciò una rivoluzione del fitness creando un corso di esercizi in 12 lezioni che fu tradotto in sette lingue e adottato da milioni di persone in tutto il mondo, tra cui Re Giorgio VI, Joe DiMaggio e Rocky Marciano. Persino il Mahatma Gandhi scrisse per informarsi sul corso di fitness di Atlas.L'attività di vendita per corrispondenza avviata da Atlas esiste ormai da 82 anni (anche se attualmente è gestita da altri - Atlas è morto nel 1972) e migliaia di persone continuano a rivolgersi al suo programma per rimettersi in forma.

Per gli uomini che avevano perso la fiducia in se stessi durante la Grande Depressione, Charles Atlas è stato una fonte di speranza e di ispirazione. Oggi rimane un simbolo di forza e vitalità virile e la sua vita ci offre diverse lezioni di virilità.

© Charles Atlas, LTD

Lezioni di virilità da Charles Atlas

Trasformate le vostre debolezze in punti di forza.

Charles Atlas nasce Angelo Siciliano ad Acri, in Italia, nel 1893. A dieci anni la sua famiglia emigra in America e lui sbarca a Ellis Island senza parlare una parola di inglese.

Il piccolo Angelo giurava che avrebbe fatto grandi cose, ma le sue prospettive non sembravano molto promettenti. Era un ragazzo magro, malaticcio e con le spalle spioventi, facile preda dei bulli del suo difficile quartiere di Brooklyn. Tornando a casa una notte di Halloween, un bullo lo picchiò con un sacchetto di cenere, mettendolo fuori combattimento per un'ora. "Sembrava che mi stesse spappolando il cervello", ha ricordato Atlas. Quando si riprese, Atlastornò a casa, si infilò nel letto e disse una preghiera, dicendo a Dio che non avrebbe mai permesso a un altro uomo di picchiarlo.

Il giovane Angelo Siciliano: un vero e proprio debole di 97 chili. © Charles Atlas, LTD

A 15 anni, Atlas era davvero un "debole di 97 chili" e ha detto di essere stato davvero preso a calci in faccia da un bagnino muscoloso davanti a una bella ragazza.

Quando ha compiuto 17 anni, Atlas ha finalmente raggiunto il suo punto di rottura e si è posto l'obiettivo di cambiare il suo corpo per potersi finalmente difendere da solo. Ha sperimentato diversi esercizi e ha sviluppato una propria routine di fitness e quando è emerso sulla spiaggia dopo mesi di allenamento, i suoi amici sono rimasti stupiti dalla sua trasformazione: "Sembri quella statua di Atlas in cima all'Atlas Hotel!".(Quando in seguito ha cambiato legalmente il suo nome, ha abbinato questo eroico appellativo a "Charlie", un soprannome d'infanzia).

© Charles Atlas, LTD

Partendo da un inizio di buon auspicio, Atlante costruì il suo corpo in un uomo le cui misure sarebbero state sepolte come parte della Cripta della Civiltà dell'Università Oglethorpe, che non sarà aperta fino all'8113. Trasformò la sua debolezza più odiata nella sua forza più famosa.

Siate aperti all'ispirazione.

Come ha fatto Atlas a passare da un bambino magro a quello che uno scienziato ha definito "l'ideale maschile assoluto"? Grazie all'ispirazione ricevuta rispettivamente in un museo e in uno zoo.

Durante una gita scolastica al Brooklyn Museum, Atlas osservò con meraviglia le statue degli dei greci, soffermandosi in particolare sul fisico muscoloso di Ercole. Chiese al suo insegnante come avrebbe potuto costruire un corpo simile, e questi gli suggerì di provare a sollevare pesi.

Non potendo permettersi di acquistare dei pesi, Atlas ne costruì alcuni in casa e li usò ogni mattina. Ma dopo mesi di allenamento, non era affatto soddisfatto dei risultati: il suo corpo era ancora magro e allampanato. Il giovane Atlas si chiese come procedere.

La risposta è arrivata mentre camminava nello zoo del Bronx, un luogo in cui si recava spesso per riflettere. Quando si è fermato ad ammirare la mostra dei leoni, ha visto quella bestia della giungla stiracchiarsi e ha osservato il modo in cui i suoi "muscoli correvano come conigli sotto un tappeto". È stato allora che gli si è accesa la lampadina: il leone era forte, ma non aveva mai usato un bilanciere o un attrezzo per gli esercizi. "Ha messo un muscolo contro l'altro.l'uno all'altro!", pensò Atlas.

Atlas tornò a casa e decise di provare qualcosa di diverso: "allenarsi" come faceva il leone. Si liberò dei pesi e sviluppò un nuovo programma di esercizi per sé, basato su esercizi isometrici, spingendo un braccio contro l'altro, flessioni, addominali, squat, sollevamenti delle gambe e così via.

Il socio di Atlas, Charles Roman, ha dichiarato che Atlas ha continuato a osservare gli animali per tutta la vita, sempre alla ricerca di un po' di ispirazione per migliorare il suo regime di fitness.

Guarda anche: Come aumentare la pressione dell'acqua nella vostra casa

Ritagliatevi la vostra strada.

Molti uomini al giorno d'oggi si rivolgono costantemente ad altre persone per avere un piano per ogni aspetto della loro vita, ma a volte il piano migliore è quello che si crea da soli!

All'inizio del XX secolo, l'uso dei pesi e dei bilancieri si stava appena diffondendo e il bodybuilding era un movimento marginale: gli strongmen erano delle curiosità che si esibivano negli spettacoli di carnevale. È lì che Atlas vide il più famoso degli strongmen di un tempo: Eugen Sandow. Atlas si ispirò a Sandow e provò a sollevare pesi come il suo eroe. Sperimentò anche con le carrucole, la ginnastica calistenica e altre tecniche di sollevamento pesi.programmi di esercizio che erano in voga all'epoca.

Quando si è virili come Charles Atlas, si possono indossare anche slip leopardati. © Charles Atlas, LTD

Quando questi metodi non hanno dato i risultati che cercava, Atlas ha smesso di provare i regimi consolidati e ne ha creato uno tutto suo. Mentre gli esercizi isometrici esistevano da migliaia di anni come parte di discipline come lo yoga ed erano popolari tra i forzuti professionisti, si trattava di un approccio relativamente sconosciuto per la maggior parte degli americani. Atlas ha sperimentato e messo insieme da soloE fu in grado di inserire questi esercizi antichi in un programma che poteva essere seguito da chiunque. Inventò un modo per rendere il fitness veramente accessibile: il suo corso era così popolare perché non richiedeva alcun tipo di attrezzatura e poteva essere eseguito da chiunque a casa propria.

Atlas è andato controcorrente e, così facendo, non solo ha trovato il successo, ma ha lanciato un intero movimento culturale.

Cogliete sempre un'opportunità... soprattutto se si tratta di lavorare per voi stessi.

Avere un'abilità o un talento non si traduce automaticamente in un successo.

Dopo aver costruito il suo corpo, la vita di Atlas non cambiò immediatamente: continuò a lavorare come pellettiere, prima di smettere per accettare un lavoro come inserviente e come strongman in un sideshow a Coney Island. Si sdraiava su un letto di chiodi mentre un membro del pubblico stava in piedi sulla sua pancia, strappava gli elenchi telefonici a metà e piegava le sbarre di ferro a forma di U. Ma questo tipo di acrobazie erano comuni nel circuito degli strongman, eAtlante avrebbe potuto rimanere nell'oscurità per sempre se non fosse stato notato da un artista nel 1916.

La committenza di statue pubbliche era in crescita, ma gli artisti avevano difficoltà a trovare modelli degni di posare per le loro sculture. Quando un giorno l'artista avvistò Atlas sulla spiaggia, gli chiese di tornare allo studio per posare per lui. Atlas non era sicuro di farlo, ma decise di vedere come si sarebbe presentata l'occasione. Altri artisti vennero a sapere dell'uomo con l'incredibile abilità di posare per lui.Il corpo proporzionato e ben presto Atlas fu molto richiesto, passando da uno studio all'altro e incassando 100 dollari alla settimana.

Charles Atlas è stato il modello per 75 statue che si possono vedere in tutto il Paese.

Ma il lavoro di modello non soddisfa la grande inquietudine e l'ambizione di Atlas. Nel 1921, presenta una foto al concorso fotografico "L'uomo più bello del mondo", sponsorizzato dal fondatore della rivista "The World's Most Beautiful Man". Cultura fisica Rivista Un anno dopo, vinse il concorso "L'uomo più sviluppato del mondo" di MacFadden, battendo 775 uomini in una prova di forza inscenata pubblicamente al Madison Square Garden. Questa volta, il premio consisteva in 1.000 dollari o in un provino per il ruolo di protagonista in un nuovo film di Tarzan. Atlas accettò i soldi. Non voleva che il suo futuro fosse alla mercé dei dirigenti di Hollywood; siUna scelta saggia... dopotutto, chi ricorda il nome dell'attore che ha recitato in Le avventure di Tarzan?

Siate abbastanza umili da ammettere quando siete in difficoltà.

Atlas investì i suoi 1.000 dollari nella vendita per corrispondenza del suo corso di fitness. Nei primi due anni di attività, vennero effettuate diverse migliaia di ordinazioni, che permisero ad Atlas di aprire la sua palestra a New York. Ma nel tentativo di gestire contemporaneamente le due attività, entrambe si arenarono. Atlas capì che doveva concentrarsi su una sola cosa - la promozione del suo corso di ginnastica - e che non poteva farlo da solo.

© Charles Atlas, LTD

Guarda anche: I jeans di tuo nonno: un'introduzione al denim grezzo e cimosato

Nel 1928, la sua agenzia pubblicitaria assunse il ventunenne Charles Roman per aiutarlo a creare un testo pubblicitario migliore. Roman ebbe l'idea di dare agli esercizi isometrici di Atlas un nome più veloce, "Dynamic-Tension" (tensione dinamica), e formulò le ormai famose pubblicità del 97-lb weakling e i loro memorabili titoli. Atlas capì che Roman era un genio del marketing e gli offrì metà della sua azienda, a condizione che Roman la gestisse.Il pubblicitario accettò, e il resto è storia. Roman creò irresistibili testi pubblicitari e prenotò concerti promozionali per Atlas; Atlas si presentò con i suoi muscoli e il suo carisma. I due erano un'accoppiata perfetta.

Mettete in pratica ciò che predicate.

Una parte enorme del fascino di Charles Atlas era che non si limitava a vendere i suoi principi, ma li viveva.

"Vivere in modo pulito, pensare in modo pulito e non andare agli spettacoli di burlesque", amava dire Atlas. Vivere in modo pulito significava non solo fare esercizio fisico regolare, ma anche tenere in ordine la propria stanza, prendere aria fresca, mangiare cibi sani ed evitare tabacco e alcol. Atlas stesso non fumava né beveva e, nelle rare occasioni in cui qualcuno lo convinceva a uscire in un locale notturno, passava la serata sorseggiando un bicchiere diNon sorprende che abbia organizzato feste di Capodanno con succhi di carota al posto dello champagne. È stato anche un instancabile promotore dei Boy Scout. Nonostante sia diventato un multimilionario, Atlas ha vissuto in modo modesto, spendendo solo per i suoi amati abiti bianchi a doppio petto.

© Charles Atlas, LTD

La vita di Atlas fu straordinariamente priva di scandali e il suo unico incontro con la controversia, lungi dal danneggiare la sua reputazione, la migliorò. Bob Hoffman, proprietario della York Barbell Company, citò in giudizio Atlas, sostenendo che non era possibile ottenere un fisico simile a quello di Atlas con i soli esercizi isometrici (che lui chiamava "Dynamic-Hooey") o vedere un cambiamento nel proprio corpo dopo soli 7 giorni, e che Atlas era un impostore.La conseguente indagine della Federal Trade Commission non ha rilevato alcuna prova di pubblicità ingannevole o di pratiche commerciali sleali, costringendo Hoffman a ritirare i suoi attacchi.

Atlas era anche incredibilmente devoto alla famiglia e alla moglie. Quando lei morì nel 1965, dopo 47 anni di matrimonio, il dolore e la depressione di Atlas furono così profondi che pensò di entrare in un monastero. Ma il suo parroco lo convinse a ripensarci, dicendo ad Atlas che la missione della sua vita non risiedeva nei chiostri, ma nel continuare a ispirare i giovani.

© Charles Atlas, LTD

All'apice della sua popolarità, negli anni '30 e '40, Atlas ricevette una tale quantità di lettere di ammiratori da richiedere un team di quasi 30 donne per aprirle e smistarle. Le lettere, spesso scritte da giovani uomini, provenivano da tutto il mondo ed esprimevano un sincero apprezzamento ad Atlas per aver cambiato le loro vite. Nonostante la sua azienda fosse diventata grande e fino ai 60 anni, Atlas ha sempreNel pomeriggio si recava nel suo ufficio per rispondere personalmente ad alcune lettere, firmando tutte le risposte, e si sedeva a parlare con i fan che venivano a chiedere consigli.

Con l'avanzare dell'età, Be si rifiutò di lasciarsi andare, perché sapeva che i giovani lo guardavano con ammirazione e non voleva essere un ipocrita e un cattivo esempio. Così continuò a fare la sua routine di esercizi mattutini: 50 piegamenti sulle ginocchia, 100 addominali e 300 flessioni, e all'età di 75 anni le sue misure erano quasi identiche a quelle dell'età di 30. Trascorse gli ultimi due anni della sua vita leggendo la Bibbia e correndo sule morì all'età di 79 anni nel 1972.

Fonti:

A&E Biografia - Ercole dei giorni nostri

"Charles Atlas: l'uomo muscolare" di Jonathan Black

James Roberts

James Roberts è uno scrittore ed editore specializzato in interessi maschili e argomenti sullo stile di vita. Con oltre 10 anni di esperienza nel settore, ha scritto innumerevoli articoli e post di blog per varie pubblicazioni e siti Web, coprendo una vasta gamma di argomenti, dalla moda e la cura del corpo al fitness e alle relazioni. James si è laureato in giornalismo presso l'Università della California, a Los Angeles, e ha lavorato per numerose importanti pubblicazioni, tra cui Men's Health e GQ. Quando non scrive, ama fare escursioni ed esplorare i grandi spazi aperti.